Scarpelli Mosaici

Nel 1960 Renzo Scarpelli, nato a Firenzuola (FI) nel 1947, mette piede per la prima volta nel laboratorio di Giovanni Fiaschi in centro a Firenze e come usava all’epoca, entra a far parte dei ragazzi di bottega per rubare il mestiere con gli occhi. Nel 1972 riesce ad aprire una ditta tutta sua in un piccolo fondo alla periferia di Firenze poi con l’insegna “Le Pietre nell’Arte” nel 1977 trasferisce il suo laboratorio in uno spazio più grande nella stessa zona. Il locale adiacente a questa nuova bottega diventa un negozio di oggettistica e di mosaici gestito dalla moglie Gabriella e poco più tardi Stefano entra a far parte della ditta Scarpelli come apprendista.

Renzo è un maestro nel dare forma alla pietra ed esprime con raffinatezza la sua tecnica oltre ad essere un imprenditore lungimirante che a piccoli passi ha creato un laboratorio pronto a soddisfare il mercato crescente.

Nel 1992 suo figlio Leonardo, si diploma all’Istituto d’Arte di Firenze ed entra ufficialmente nell’azienda familiare dove oggi la sua visione più contemporanea lo porta a prediligere soggetti di matrice moderna, espressione degli studi dei grandi maestri dell’arte di tutti i tempi.

Ma Renzo ha un sogno cullato fin da ragazzo: avere una bottega sua, nel centro di Firenze, capace di coinvolgere tutti i membri della famiglia.

Nel 1999 Catia, la figlia maggiore, avvia la gestione del primo punto vendita diretto in piazza del Duomo, una posizione perfetta sotto il profilo commerciale. L’anno successivo la ditta assume un nuovo dipendente, Pierpaolo poi nel 2007 la commessa Mayumi entra nello staff del negozio e nello stesso anno si fondano le basi per un cambio radicale: una nuova galleria espositiva e una bottega aperta al pubblico. L’ambiente si trova in un palazzo del XIII secolo nel cuore del centro storico di Firenze a pochi passi dal Duomo, dalla Galleria dell’Accademia, dall’Opificio delle Pietre Dure e dalle Cappelle Medicee. Il locale viene restaurato per riportare alla luce i vecchi mattoni e i soffitti a volta, qui il banco dell’artigiano accanto alle opere finite fa da protagonista assoluto. L’inaugurazione avviene nell’ottobre del 2008. L’esperienza di vedere da vicino le mani esperte e pazienti di chi realizza opere uniche, il cui segreto si tramanda solo a Firenze dall’età dei Medici, è un’emozione che gli Scarpelli offrono a tutti i visitatori che approfittano con ammirazione. In bottega entra anche Filippo, mosaicista di esperienza a completare l’organico del laboratorio mentre Gabriella continua ad occuparsi dei fornitori e della creazione di gioielli unici.

Renzo e Leonardo ricevono premi e riconoscimenti, si misurano con progetti internazionali mentre i loro volti compaiono sempre più spesso in trasmissioni televisive e nelle riviste che si occupano di arte, design e viaggi. Catia dirige il settore commerciale e cura la comunicazione e l’immagine dell’azienda che ormai è strutturata e organizzata in ogni sua parte.

Le porte del sogno di Renzo si sono spalancate per tutti coloro che vogliono scoprire i segreti dell’arte del commesso fiorentino in pietre dure, un patrimonio comune da preservare nei secoli come un grande tesoro.